Controlli

Da Wikicab.

Contentuto

Introduzione

Si tratta dei joystick, dei pulsanti, e di tutto quello che può servire per controllare il gioco durante una partita. Nella maggior parte dei casi, non dovrete fare nulla, in quanto interfaccerete i controlli esistenti al PC tramite il connettore JAMMA. Questo connettore ha però la limitazione di permettere solamente 4 pulsanti, mentre potreste volerne aggiungere a piacere. Ecco che allora, oltre a dover forare la plancia, dovrete anche collegare nuovi pulsanti, staffare trackball, ancorare spinners e collegate il tutto al vostro PC. Qui di seguito sono elencati tutti i controlli disponibili, e le istruzioni per collegarli, in base alle vostre esigenze e capacità, al PC.

Joystick e pulsanti

Questi controlli sono, in un cab originale, interfacciati direttamente al connettore JAMMA. Se quindi è abbastanza semplice intercettare i controlli per utilizzarli (basta effettuare connessioni sulla fingerboard, diventa invece più complesso passare le informazioni al PC. Serve infatti creare una scheda di interfaccia che traduca gli input provenienti dai controlli in segnali comprensibili dal PC.

Su ciascun controllo è presente un microinterruttore. I più diffusi hanno questa forma:

http://wikicab.mameitalia.net/images/5/51/Micro.gif

I collegamenti andranno effettuati tra il COM (comune o massa) ed il contatto NO (normally open, anche NA, normalmente aperto). In questo modo, alla pressione dell'attuatore (la sferetta rossa) si chiuderà un circuito che porterà il segnale alla scheda del gioco.

Potete trovare un bel po' di siti dove acquistare materiali arcade nella pagina dei Link Utili

Slagcoin

Slagcoin è una delle migliori guide (in inglese) su joystick e bottoni. http://slagcoin.com/joystick.html

La Saldatura

La saldatura per molte persone potra risultare un' operazione facile, in effetti lo è ma ci sono delle piccole regole da rispettare.


1- Le 2 parti da saldare devono essere ben pulite e non ossidate, nel caso di contatti ossidati in un circuito stampato si può usare dello spray puliscicontatti oppure utilizzare carta abrasiva finissima tipo 300/400, attenzione però deve essere una carteggiata molto superficiale perchè se carteggiate troppo si rischia di asportare la pista ;)


2- E' buona norma saldare le due etremità dei contatti prima di procedere con la saldatura in maniera tale da ricoprire le parti con un sottilissimostrato di stagno.


3- Il saldatore è MOLTO imporante non bisogna usare un saldatore ultra potente, per i nostri scopi è sufficienteun saldatore da 25 30 w max, troppo calore rischierebbe di bruciare i componenti presenti negli stampati.


4- per effettuare una saldatura a regola darte è necessario che tutte e due le parti da saldare siano MOOLTO calde altrimenti si rischia di effettuare (come si dice in gergo) una saldatura a freddo che potrebbe non funzionare da subito o staccarsi dopo pochi utilizzi. Quindi procedere in questo modo scaldare prima la superficie meno rischiosa da scaldare, (per esempio il filo) appena calda mettere a contatto con l' altra superficie e aggiungere un pò di stagno aspettare 1/2 secondi e togliere il saldatore e cercate di non muovere i due contatti appena saldati per 3/4 secondi (il tempo per far raffreddare la saldatura).


Seguendo questi semplici suggerimenti dovremmo riuscire a fare un' ottima saldatura.

Keyboard Hack

Prevede l'utilizzo dell'elettronica di una tastiera come interfaccia tra il PC ed il cabinet. Bisogna pertanto smontare completamente una tastiera, effettuarne la mappatura, ricavarne una serie di tasti utili e quindi saldare sull'elettronica tutti i collegamenti necessari. Il cavo di interfaccia sarà quindi il normale cavo PS/2 della tastiera.

  • Pro:
    • Basso costo
    • Compatibile, senza alcun driver, con tutti i sistemi operativi, DOS incluso
  • Contro:
    • Complessità di realizzazione
    • Elimina la tastiera del PC in uso
    • Limitato numero di tasti (Ghosting)

Guida alla realizzazione

Joypad hack

Sistema simile al Keyboard Hack, prevede di utilizzare uno o più joypad per fare ad tramite tra controlli e PC. Si potranno infatti usare anche più pad, magari USB, per interfacciare un numero pressochè illimitato di pulsanti. Dal momento che dei pad si utilizzeranno solamente le schede elettroniche dei pad, sarà possibile utilizzare hardware di bassissimo costo, reperibile anche negli ipermercati, riducendo così il costo del prodotto. Il tipo di interfaccia usata dipenderà dal pad scelto, solitamente è da perferirsi un pad con interfaccia USB.

  • Pro:
    • Relativamente semplice da realizzare
    • Costo contenuto
    • Numero di tasti virtualmente illimitato
  • Contro:
    • Sistema operativo vincolato all'interfaccia: alcuni OS non supportano USB

Un altra cosa utile può essere Xpadder un comodo tool che permette di simulare la pressione di tasti e movimenti del mouse usando un joypad.

Guida alla realizzazione

Interfacce autocostruite

Per i più esperti in elettronica, è possibile creare delle interfacce autocostruite, grazie agli schemi elettrici disponibili su Internet. Esistono progetti per porta Game/MIDI, Parallela, PS2 (porta della tastiera) e USB, ognuno con i suoi pro e contro. Molti di questi, ad esempio, prevedono un contatto di massa comune per tutti i controlli, prerogativa importantissima per poter collegare le leve e i bottoni del cabinato al PC attraverso il connettore JAMMA, senza modificare il cablaggio interno.

Esempi:

  • MAME Arcade-style console circuit si collega alla porta PS2 ed è passante, ossia offre un'ulteriore porta PS2 a cui collegare una normale tastiera, che funzionerà normalmente. Simulando in tutto e per tutto una tastiera PS2, è supportato da qualunque sistema operativo. È basato su un microcontrollore PIC, che dovrà essere opportunamente programmato con il firmware fornito dall'autore. Esente da ghosting.
  • USB joystick controller è naturalmente un'interfaccia USB. Basato su un microcontrollore Atmel, Offre 18 controlli in tutto ma nulla vieta di costruirne ed usarne più d'uno contemporaneamente.
  • Circuit for USB game controller with 12 inputs è come il precedente, ma offre 12 contatti.
  • V-USB MAME Panel è un dispositivo molto potente, in grado di emulare contemporaneamente più joystick, tasti della tastiera, un dispositivo di controllo del volume del suono e perfino un mouse (utile se avete un dispositivo tipo trackball o paddle che invia adeguati segnali di quadratura). È possibile intervenire sul sorgente del firmware e ricompilarlo per impostare il numero e il tipo di dispositivi da emulare e per decidere come mappare i vari controlli sui contatti del microcontrollore.
  • Atari-style joystick to PC joystick port come dice il nome, si collega alla porta joystick ed è stato pensato per i joystick "stile Atari", quindi compresi quelli per C64 e Amiga, ad esempio. I joystick di questo tipo sono basati su un contatto di massa comune, quindi anche questo circuito è adatto per essere interfacciato con il connettore JAMMA standard. Purtroppo supporta solo 2 tasti oltre alle solite 4 direzioni dello stick.
Keyboard Encoders

Sono degli schedini dedicati, costruiti appositamente per collegare una vasta gamma di contatti alla porta PS/2 (tastiera) in maniera diretta, evitanto l'uso di matrici che creano il fastidioso effetto ghosting. Molti sono forniti di morsettiera per i collegamenti, e di un bypass che permette di utilizzare la testiera assieme ai controlli arcade.

Encoders che utilizzano il cablaggio Jamma

J-Pac

JammASD

Encoders che non utilizzano il cablaggio Jamma

I-Pac

InterfASD

Mini-Pac

Trackball

Opti-PAC

Spinner

Opti-PAC

Lightgun

driver e documentazione

hardware

principali discussioni su mameitalia

Volanti

Strumenti personali